giovedì 16 ottobre 2008

Una giornata ordinaria

Il conte, rientrando verso le 20.30 chiede a Princess: "come é andata oggi ?"
Lei , senza nessun entusiasmo ; "normale".
E lui ; "vedi che ci assomigliamo. nessuno di noi si entusiasma"

A questo princess gli racconta come ha passato la giornata.
Alle 08.05 è uscita di casa, con gnomo 2 (vi risparmia la parte relativa al risveglio-partenza).
Al passeggino attaccati i soliti 25 sacchetti con dentro l'impossibile, perchè non si sa mai ...la giornata è lunga.

Alle 08.15 fugge dal nido e dallo gnomo che vorrebbe inseguirla; assalto al bus e trasferimento sulla metro previo recupero al volo di almeno 3 giornali gratuiti.
Viaggio tipo sardine ; totale tempo passato su bus+metro = 45 minuti.

Giornata in ufficio senza infamia né lode, pausa pranzo estremamente breve in quanto princess, andando molto a rilento, (per via di molte cose e forse anche per via della lingua) non gliela fa a stare dietro a tutto.
Nella pausa pranzo ha comunque cercato : a) un orologiaio per cambiare la pila del suo orologio, b) di provarsi un paio di magliette in un negozio per poi finire di non comprare niente come sempre.

Alle 16.00 esce , decide di fare un percorso alternativo e dopo la prima metro si ferma al supermercato dove acquista un nuovo Gigietto (il clone è stato perso) e l'occorrente per fare la torta di compleanno del nano. Si è aggiunto un nuovo sacchetto perchè la collega le ha prestato una teglia a forma di orso.
Altro bus e sbarco al nido per recuperare gnomo piccolo. Le maestre le ricordano la torta per il giorno dopo e soprattutto che i bambini sono 20 (sottinteso, fai 2 torte).

Corsa a casa dove recupera dalla vicina gnomo 1.

Svuota la lavatrice che aveva programmato per il pomeriggio, stende la biancheria e toglie quella stesa il giorno precedente.

Ficca nel bagno il piccolo, nel frattempo prepara una pasta immonda, asciuga il piccolo, scola la pasta, ficca il grande nella doccia, serve in tavola.

Nel frattempo lancia la preparazione delle torte, in cucina c'è un caos pazzesco, lei mangia in piedi i resti che lascia gnomo 2, lo rilava perchè ha marmellata di prugne ovunque, lo cambia perchè la marmellata di prugne ha già fatto il suo effetto e lo ficca a letto.

Gnomo 1 è sul water , fa la cacca e la chiama per farsi pulire. Dopo il bidet comincia il "martellamento" per vedere i cartoni, princess cede e lo installa in sala, almeno cosi' puo' godere di 10 minuti di silenzio.

Poi torna in cucina e mette nel forno le torte, quando ...clic.... la porta si apre e il duca chiede : "come è andata la giornata ?"

9 commenti:

My ha detto...

e infatti "normale" era la risposta esatta! :-D

wwm ha detto...

ecco. è proprio come vivere durante la giornata in una dimensione parallela e quando anchel'uomodetunnel mi chiede come è andata...Non ho neanche le forze di rispondere. E poi credo che non riuscirebbe veramente a capire cosa significhi vivere in questa dimensione parallela....

princess ha detto...

....so perfettamente che siamo tutte nella stessa barca ...soprattutto tutte noi che abbiamo scelto di vivere a migliaia di km di distanza. abbiamo voluto la bicicletta .....

Mammamsterdam ha detto...

Io però mi chiedo perché siamo noi a sentirci in colpa se non facciamo la torta. Non basterebbe a volte dire al capo: quando torni dal lavoro (o nella pausa pranzo) prendi per favore due torte per il compleanno delo gnomo e domani, visto che ci tiene, portalo tu all'asilo.

Certe volte, davvero, a me sembra di cercarmele tutte io (risparmio gli esempi).

princess ha detto...

perchè in fondo in fondo siamo masochiste .....l'idea di comprare la torta già fatta non mi è nemmeno venuta in mente, vuoi dire, l'amore che ci mette la "mamma italiana" a preparare con le sue sante manine la torta per il suo bambino .......pero' ci penso per la prossima volta, oppure incarico il conte anchese non sono sicura al 100% che non mi porti qualcosa magari bagnato nel liquore o totalmente inadatto per i piccoli

caterinavisani ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
princess ha detto...

aiuto ..... non so cosa è successo !! nel suo commento (che sembra io abbia cancellato senza volerlo) caterina diceva :

e le due teglie di lasagne dove le metti?

risposta : quelle le ho fatte a rate, il ragu il mercoledi (che sarebbe il mio giorno di "riposo") e il resto il sabato mattina

Linda ha detto...

Che vita quella delle mamma, ovunque siamo e qualunque cosa facciamo, siamo sempre di corsa dalla mattina alla sera.. ma che bello poi alla sera ritrovarsi in casa con la famiglia e dare il bacio della buonanotte al piccolo. Io questa vita non la cambierei con nessun'altra!

princess ha detto...

ciao linda, sono daccordo con te ...